Come i profumi condizionano il sonno

Come i profumi condizionano il sonno

Quando si pensa al sonno e al suo rapporto con i sensi, poche persone pensano immediatamente all’olfatto.

Vista, suono e tatto in genere ricevono più attenzione a causa dei modi ovvi in cui la luce, il rumore e il comfort possono influire sul sonno.

Anche se potrebbe non essere immediatamente evidente, l’odore può influenzare direttamente il sonno.

Anche se gli odori di solito non fanno svegliare una persona, l’olfatto e il sonno hanno una relazione sfaccettata.

L’aromaterapia con profumi distinti può favorire un sonno migliore, aiutarti a svegliarti al mattino o persino influenzare i sogni e la formazione della memoria durante il sonno.

I ritmi circadiani, parte del tuo orologio biologico, aiutano a regolare il sonno e influenzano anche il tuo olfatto.

Puoi comunque utilizzare integratori naturali notturni per regolare il ciclo del sonno o rafforzare il sistema immunitario, ossa e muscoli con i prodotti di agocap.it .

Le connessioni tra odore e sonno sono soggette a continue ricerche, ma conoscere ciò che è stato scoperto finora offre opportunità per rendere l’ambiente della camera da letto più favorevole a un sonno di qualità.

Come funziona il senso dell’olfatto?

Come funziona il senso dell'olfatto

Il tuo olfatto fa parte di un complicato sistema olfattivo.

Cellule speciali del naso, chiamate neuroni olfattivi, ricevono segnali chimici da tutti i tipi di composti nel nostro ambiente.

Questi neuroni sono direttamente collegati al cervello, consentendo una rapida identificazione degli odori in base ai quali vengono stimolati i neuroni.

Gli odori possono raggiungere i neuroni attraverso le narici o dalla parte posteriore della gola, il che fa parte del motivo per cui gusto e olfatto sono strettamente collegati.

Le terminazioni nervose in altre parti del corpo possono anche contribuire all’olfatto attraverso il comune senso chimico, che aiuta a rilevare i composti irritanti

Alcuni odori possono aiutare con il sonno?

Alcuni odori possono aiutare con il sonno

A causa del potere dell’olfatto, alcune fragranze possono contribuire a dormire meglio.

Alcuni profumi promuovono il rilassamento che rende più facile addormentarsi e avere una sensazione di riposo il giorno successivo.

Gli odori non vengono semplicemente rilevati e identificati; possono produrre risposte sia psicologiche che fisiologiche.

Quando un odore gradevole ti fa sentire rilassato o un cattivo odore ti fa venire la nausea, stai sperimentando i diversi effetti del tuo olfatto.

Gli odori possono diventare parte della memoria emotiva, ricreando determinate risposte agli odori quando li incontri di nuovo in futuro.

Le lenzuola, tuttavia, sono solo una fonte di fragranze prima di coricarsi, e ci sono indicazioni che portare altri profumi nella camera da letto con l’aromaterapia può favorire un sonno migliore.

Aromaterapia

aromaterapia

Aromatherapia utilizza i profumi delle piante per cercare di migliorare diversi aspetti della salute.

Forme di aromaterapia risalgono all’antico Egitto5 e si basano sull’uso di oli essenziali, che sono liquidi realizzati con materiali estratti da piante come fiori o erbe.

Oli essenziali

Ci sono tre modi principali in cui gli oli essenziali possono essere usati per l’aromaterapia.

  • Il metodo dell’inalazione indiretta disperde l’olio attraverso una stanza, mescolandolo con l’aria in modo che ogni respiro coinvolga basse concentrazioni di profumo. L’olio può essere distribuito con un dispositivo noto come diffusore o applicandolo su un materiale assorbente come un tessuto.
  • Il metodo di inalazione diretta comporta la respirazione di aria o vapore con un livello più concentrato di composti dell’olio essenziale. Negli studi di ricerca clinica, questo può essere fatto con speciali dispositivi nasali, ma a casa la maggior parte delle persone mette gocce di olio essenziale sull’acqua calda e inala il vapore.
  • Il metodo di applicazione della pelle mescola un olio essenziale con un olio più neutro, noto come olio vettore, che viene quindi strofinato o massaggiato sulla pelle. Ciò consente di percepire l’odore sia dal naso che dai recettori olfattivi della pelle. Sebbene si debba imparare molto di più sulla funzione di questi recettori, possono fornire un altro input al sistema sensoriale del corpo.

L’aromaterapia può aiutare con il sonno?

L’evidenza suggerisce che l’aromaterapia può essere in grado di aiutare con il sonno creando un ambiente della camera da letto che è più favorevole ad addormentarsi e rimanere addormentati.

L’esposizione a odori associati a un umore positivo, calma e rilassamento può essere utile prima di coricarsi e durante la notte.

Lo stress e l’ansia, forme di ipereccitazione mentale, contribuiscono frequentemente a problemi del sonno come l’insonnia.

Promuovendo il rilassamento, alcuni oli essenziali possono ridurre questa barriera al sonno.

Una revisione della ricerca scientifica pubblicata ha rilevato che la maggior parte degli studi ha riportato benefici del sonno per le persone che utilizzano oli essenziali.

In uno studio su persone con disturbo da stress post-traumatico (PTSD), una condizione spesso caratterizzata da incubi e significativi problemi del sonno, l’esposizione a odori piacevoli durante il sonno è stata associata a una migliore qualità del sonno.

Sebbene una ricerca promettente supporti il ​​potenziale dell’aromaterapia per migliorare il sonno, sono necessarie ricerche più rigorose12 prima che possa essere considerata un trattamento standard per l’insonnia o altri disturbi del sonno.

Alcune sfide per la ricerca sull’aromaterapia includono:

  • La facilità di rilevare una fragranza rende difficile l’uso di un placebo per condurre studi in cieco e randomizzati che avrebbero un peso scientifico maggiore.
  • Molte prove esistenti di aromaterapia forniscono profumi direttamente al naso durante il sonno tramite un tubo o uno speciale applicatore nasale. Anche se questi studi mostrano benefici, non è noto se altri metodi di aromaterapia, come l’inalazione indiretta, generino gli stessi risultati.
  • Esistono molte diverse formulazioni di oli essenziali e la composizione chimica degli oli essenziali utilizzati negli studi di ricerca può variare da quelle disponibili al pubblico in generale.

Ci sono effetti collaterali all’aromaterapia?

La maggior parte degli studi riporta pochi o nessun effetto collaterale dell’aromaterapia e gli oli essenziali sono generalmente considerati sicuri se usati come indicato.

Alcune persone possono manifestare reazioni allergiche a determinati oli essenziali, in particolare quelli applicati sulla pelle.

A base di agrumi e alcuni altri tipi di oli essenziali possono aumentare la sensibilità della pelle al sole e ai raggi ultravioletti.

È stato scoperto che gli oli essenziali di melaleuca e lavanda contengono sostanze chimiche che possono essere interferenti endocrini, il che significa che influenzano la produzione di ormoni sessuali come gli androgeni e gli estrogeni.

Gli studi hanno scoperto che in rari casi, questi oli sono collegati alla crescita del seno prepuberale nelle ragazze e allo sviluppo anormale del seno nei ragazzi.

I composti che si ritiene causino disturbi endocrini sono stati trovati in almeno altri 65 tipi di oli essenziali.

Sono necessari ulteriori studi per definire i potenziali rischi di interruzione del sistema endocrino da oli essenziali e come possono essere evitati o ridotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.